Archivio | aprile, 2006

stupido kappa.

29 Apr

Paranoica sono e paranoica rimango, che farci?
Chi mi offre una casina piccina picci? in cima ad un monte dove vivere isolata dalle persone che meno sopporto (cio? la maggior parte della popolazione mondiale, ad essere sinceri)?
Vorrei addirittura traslocare da Graceland (Animal Crossing) perch? i miei vicini di casa mi stanno tutti sulle palle. E non ? una questione di sentirsi superiori ‘che se avessi appena un po’ di rispetto e considerazione nei miei confronti vivrei meglio. Il punto ? che la gente mi fa stare male, mi fa soffrire. Pensavo fosse una sensazione passeggera, da adolescente e invece! Eccomi nella dannatissima et? adulta! Scrivo un blog manco fossi una quindicenne e mi faccio gli stessi problemi (ma anche peggio) di quanto ero giovane. Che merda.

Comunque, passando ad altro. Aspetto Morrissey. Aspetto i Dresden Dolls – meno di Morrissey, per?. Ci saranno anche i Backyard Babies, eh si.
Cominciato un sacco di libri. Per il momento Attenzione di Heather Lewis . Ancora poche pagine, ma un’idea me la posso gi? fare – e non ve la dico 😛 Un appunto sulla traduzione. Forse, troppo ‘slangato’, troppo. Ma chiss?.
Qualche mese fa, mi ? capitato di leggere due libri Il fratellastro di Lars S. Christensen e Ragazzo da Parete di Stephen Chbosky, in contemporanea. Nonostante questi due romanzi non abbiamo granch? in comune, li ho sentiti molto vicini e ancora oggi mi tornano in mente i due protagonisti, nei momenti di solitudine. Il primo (un volumone di 724 pagine) racconta la storia di una famiglia dal giorno della liberazione della Norvegia l’8 Maggio 1945. Il libro di Chbosky ci racconta, attravero delle lettere la vita di Charlie, ragazzo profondamente riflessivo che ama pi? studiare le situazione che viverle. In comune hanno un’adolescenza interessante, perch? entrambi i protagonisti hanno teste diverse dalla massa. In comune, hanno la ricerca e il mistero. Di pi? non vorrei dire, semplicemente perch? sono due libri emozionanti che stanno ancora vivendo nella mia testa e non mi va di farceli uscire troppo.

In negozio si ascolta Rob Zombie – Educated Horses. Si scuote la testa a ritmo e si grugnisce appena. Ci si immededima un po’ in questo eclettico personaggio horror. Chiss? com’? essere lui o la sua met??

Non rilegger? questo post, sorry. Beccatevi erroracci vari della mia mente ignorante. Oggi va semplicemente cos?.

La vostra affezionatissima.

Sono una moralista perci? avete poco da guardarmi cos?.
Ma anche.
Io sono uno.

Annunci
6 Apr

Vivo a Graceland (ma non mi chiamo Elvis) sono pacioccosa, ho dei vestiti orrendi (per il momento) ma una cuffietta da very Sweet Lolita. Nonostante un debito di 120.000 stelline con Tom Nook (bastardo!!! >___<) la mia casa continua ad essere uno schifo e se l’Accademia delle Belle Case passa in questo momento mi becco di sicuro 0 punti! Si, sono impazzita e si, anch’io mi ritrovo nel magnifico mondo di Animal Crossing: Wild World. Non ho resistito e l’ho comprato praticamente appena uscito, sono una vergogna, lo so.
E’ un po’ che non scrivo – perdono. Il lungo post sul Wizard Rock mi ha prosciugata – scherzo! In realt?, ho parecchio cose da scrivere, pi? che altro perch? ‘grazie’ ad un raffreddore tremendo abbiamo recuperato in affitto un po’ di film che ci erano sfuggiti! Primo (ma non perch? meritevole a mio giudizio), King Kong. Ad essere sincera, non l’ho nemmeno finito perch? dopo un quarto d’ora di combattimenti con i dinosauri, ero pi? stanca io di quel dannato scimmione. Possiamo quindi dire che l’ho trovato noioso, troppo lungo. Inutile.
Un film che invece ci ? piaciuto, perch? divertente e pauroso e assolutamente inaspettato ? “I Fratelli Grimm e L’Incantevole Strega”!!! Sorvolando sull’incantevole strega, ovviamente. La storia ? avvincente e le scene nel bosco sono belle nei colori ed inquietanti. Notevole il personaggio del torturatore italiano Mercuzio Cavaldi interpretato da Peter Stormare, nella versione originale (che vi consiglio di guardare!) farcisce i dialoghi con intere frasi in italiano. Un’altra ‘delusione’ ci viene da History Of Violence, ma vera delusione non ? dato che gi? non ne avevamo sentito parlare bene. Se volete avere un po’ di paura, vi consiglio Wolf Creek. Ambientato in Australia, comincia come il solito horror per teenager: due ragazze e un ragazzo partono per un viaggio, simpatie e bla bla bla poi… tutto ad un tratto si trasforma in violenza ed orrore.
Passando ad altro. Ho comprato i biglietti per il concerto dei Sisters Of Mercy! Domani saremo dunque a Milano 🙂
Notizia stupida e sicuramente gi? riportata ovunque: Brian Molko ? padre da 5 mesi! O____O Incredibile ma vero! Assomiglier? a lui tuttonasonanetto? Chiss?.
Tutto il resto verr? nei prossimi giorni che ora torno a Graceland e poi ho dovuto riscrivere 2 volte questo post perch? blogger me lo aveva cancellato >___<
Anche la vostra casa si sta riempiendo di manwha?

La vostra affezionatissima.