Archivio | luglio, 2008
29 Lug
Implosione - un mio racconto

“E’ come spegnersi nel bel mezzo di un incendio”

leggete il mio racconto su sickgirl.

Annunci

presentazione?

24 Lug

mi piacciono i nomi con la z. e lo stupore. e la meraviglia e l’incanto, come direbbe francesco dimitri. i colori forti sono capaci di cambiarmi l’umore e il cuore. il verde del prato mi fa sentire strega e unica cosa col mondo. amo i tatuaggi. il mio primo quasi 4 anni fa. a seguire, ancora 4. tra cui uno fatto a new york. il prossimo vorrei che fosse a shangai. lontano, lontano da qui. colleziono bambole. sono parte del mio regno. a volte, parlano per me. con i loro visi stupendi e perfetti. il mio regno è piccolo, sempre in tempesta, sempre in rivoluzione. sono la regina del caos, sono l’imperatrice di un vulcano. a volte, dal vulcano escono piccoli disegni di bimbe dai capelli rosa, di conigli in fuga. loro, non si bruciano o scottano mai. loro, regnano con me. e poi c’è l’arcobaleno. vibrante. come vorrei sempre essere io.

kiss kiss (bang bang)

io sono su sickgirl

Pan – Francesco Dimitri

23 Lug

(…)
“Hai altre lezioni? No, perchè me le stai dando tutte ora.”
“Vediamo un po’. Resta vicino a chi ti vuole bene. Vivi, combatti e muori per le cose in cui credi. Non ubriacarti più di una volta al mese. Cazzeggia un sacco. Ama le diversità: sesso, nazione, gusti, partiti, religione, non contano niente, ci sono solo le persone, i singoli individui. Perdona i tuoi nemici, ma solo dopo averli sconfitti. Fine, questo è quanto so della vita.”
“Un’educazione completa in neanche mezz’ora.”
(…)

Una lingua sul cuore

22 Lug
Image of Una lingua sul cuore

Una collaborazione speciale. Molto speciale. Carlotta ed io. Le sue parole, le mie foto.
Il suo libro, Una lingua sul cuore, mi è arrivato un mesetto fa. Con un fiocco viola e una dolce dedica.


Una lingua sul cuore è la storia agrodolce di Morena, una ragazza di ventitré anni che si è trasferita a Milano per questioni di studio, per fuggire dalla sua famiglia, da un padre distratto e da una madre che è in continua sfida con la figlia. Milano diventa il palcoscenico perfetto per demolire sia nella mente che nella realtà l’apparenza che la circonda usando il suo corpo, usando il sesso, usando il vuoto. Il dolore è l’antagonista di Morena, diventa personaggio quasi umano: fa perdere i confini fra le allucinazioni e la realtà, oscillando fra il passato e presente. I personaggi che ruotano intorno alla figura di Morena sono diversi. L’amica Anna. Il ricordo di Marco che appare nel testo con diversi flashback, estremamente puliti e teneri,proprio per contrapporsi al tempo presente. Giacomo,un ex amante della madre che diventa anche il suo in una storia rubata alle giornate, una relazione dai colori opachi delle tende abbassate di suite costose. Una psichiatra-tennista, che definisce con un nome quello che sta accadendo a Morena. Le sigarette fumate in maniera ingorda, che diventano un’estensione delle sue mani nevrotiche e sensuali. Milano che prende vita,la notte stessa. Poi si alternano uomini privi di nomi, ragazzi della Milano bene,giovani rampolli con vizzi e peccati nascosti nel cofano di macchine fuori serie. Tutti personaggi di una giostra impazzita che lentamente, pelle dopo pelle, perde il suo ritmo e nel silenzio si blocca.

(…)Anna riesce a sentirsi a proprio agio ovunque e con chiunque, io invece ho la faccia perennemente annoiata. Sono un imbronciata bambola graziosa. A volte penso che mi dovrei tatuare una quadratino sulla schiena, come un tasto, su cui scrivere “Play” o forse sarebbe meglio aggiungere anche “Smaile”. Schiacchiate il pulsante-tatuaggio magico e mi esibirò per voi bella gente. Sorriderò e vi racconterò favole erotiche che potranno allietare meglio le vostre giornate e se non vi basta sarò la vostra personal shopping; avete bisogno di un paio di scarpe nuove, vibratori, qualcuno che vi compri la laurea, cocaina, anfetamina, psicofarmaci, che prenda l’appuntamento dal psicoterapeuta per poterle dire poi “che dramma Dottoressa, ho sempre i capelli crespi” schiacciate il pulsante magico e farò tutto questo per voi.Mi distraggo. Anna mi strattona tirandomi a se, poi mi passa un calice da innalzare per la festeggiata (…)

estratto pagina 17


Presto altre foto. Presto altri brani dal libro.

Kiss kiss (bang bang)

alice

21 Lug

alice. su nevi incantate. si nutriva di musica e frutta. sacerdotessa del vento di gialle foglie in faccia. dove l’avrebbe portata? il berretto ed i guanti da bambina, rossi. alice sull’altalena, volava lontana. era un canto di sirena quel vento autunnale ma lei, incantatrice di arie mistiche, non si è poi legata all’albero maestro della vita. ed è affogata. alice puntava in alto, ad alti mondi. ad alte stelle. altalene stellari di altri mondi. Ed è affogata. tra bianche lenzuola, in profondi abissi. alice sprofondata. canto incantatore di bianche sirene. alice si aggirava sola nelle ore proibite della notte. bambina ed incantatrice di arie mistiche.

da bambina speravo di riuscire a rimanere sveglia il più possibile con l’idea che nelle ore sconosciute, mai vissute, ci fosse qualcosa di nuovo, luminoso, misterioso, che solo i grandi conoscevano.

alice era una bambina. ma ora, da adulta, non ha più berretto e guanti rossi. immobile ed in attesa, con il vento nel cuore di un cambiamento. con foglie in faccia, giallo autunno. aspetta.

vorrei essere amabilmente pura. scordare tutto ciò che so. tutto ciò che ho fatto. senza memorie e senza pace. come il vento rincorre foglie gialle.
incantatrice di arie mistico verginali. incantatrice di api. messaggeri degli dei sulle dita di miele dorate.

—————–

Questa sono io? Io.

Kiss Kiss (Bang Bang)

La Setta dei Libri Blu

21 Lug

Image of La setta dei libri blu

Trama – Miss Temple, una ricca signorina di buona famiglia, arriva a Londra e si fidanza con un promettente diplomatico, Roger Bascombe. Senza darle troppe spiegazioni, questi ben presto l’abbandona, inducendola, ingelosita e incuriosita, a pedinarlo. All’uscita dal lavoro, lo vede salire su un treno e lo segue. Il treno è pieno di gente mascherata, che si reca a una festa fuori città, in una villa inquietante. Per avervi accesso ci si deve quasi spogliare, ma Miss Temple è pronta ad accettare qualunque cosa pur di mescolarsi agli ospiti e scoprire il segreto del suo amato. Nella villa, insieme a due misteriose figure che incontra per caso – un famigerato killer, soprannominato Cardinal Chang, e un ufficiale, Svenson, incaricato di sorvegliare e accudire un principe debosciato – Miss Temple si trova coinvolta in un intrigo inquietante e mozzafiato, che cercherà in tutti i modi di sventare. Una setta di loschi individui sta infatti complottando per ottenere il controllo dei desideri altrui utilizzando dei libri di un misterioso vetro blu in grado di assorbire tutto ciò che popola le menti degli esseri umani.

Seguite i commenti (potete trovare anche i miei) su anobii.

“(…) Le eroine non sceglievano le proprie battaglie, quelle che sapevano già di poter vincere. Al contrario, accettavano le sfide e non ingannavano se stesse di fronte al dilemma tra l’agire da sole e l’affidarsi all’aiuto degli altri. (…)”

Kiss kiss (bang bang)

Bang bang!

20 Lug


bangbang. e ogni battito è un po’ più difficile. e tutto rallenta. a volte, tutto importa meno.
la mia fronte è fredda. ti capita mai? come un tocco. ma non una carezza.
Sono giornate che non so vivere. Sono troppo. Davvero troppo.

kiss kiss (bang bang)