Una lingua sul cuore

22 Lug

Image of Una lingua sul cuore

Una collaborazione speciale. Molto speciale. Carlotta ed io. Le sue parole, le mie foto.
Il suo libro, Una lingua sul cuore, mi è arrivato un mesetto fa. Con un fiocco viola e una dolce dedica.


Una lingua sul cuore è la storia agrodolce di Morena, una ragazza di ventitré anni che si è trasferita a Milano per questioni di studio, per fuggire dalla sua famiglia, da un padre distratto e da una madre che è in continua sfida con la figlia. Milano diventa il palcoscenico perfetto per demolire sia nella mente che nella realtà l’apparenza che la circonda usando il suo corpo, usando il sesso, usando il vuoto. Il dolore è l’antagonista di Morena, diventa personaggio quasi umano: fa perdere i confini fra le allucinazioni e la realtà, oscillando fra il passato e presente. I personaggi che ruotano intorno alla figura di Morena sono diversi. L’amica Anna. Il ricordo di Marco che appare nel testo con diversi flashback, estremamente puliti e teneri,proprio per contrapporsi al tempo presente. Giacomo,un ex amante della madre che diventa anche il suo in una storia rubata alle giornate, una relazione dai colori opachi delle tende abbassate di suite costose. Una psichiatra-tennista, che definisce con un nome quello che sta accadendo a Morena. Le sigarette fumate in maniera ingorda, che diventano un’estensione delle sue mani nevrotiche e sensuali. Milano che prende vita,la notte stessa. Poi si alternano uomini privi di nomi, ragazzi della Milano bene,giovani rampolli con vizzi e peccati nascosti nel cofano di macchine fuori serie. Tutti personaggi di una giostra impazzita che lentamente, pelle dopo pelle, perde il suo ritmo e nel silenzio si blocca.

(…)Anna riesce a sentirsi a proprio agio ovunque e con chiunque, io invece ho la faccia perennemente annoiata. Sono un imbronciata bambola graziosa. A volte penso che mi dovrei tatuare una quadratino sulla schiena, come un tasto, su cui scrivere “Play” o forse sarebbe meglio aggiungere anche “Smaile”. Schiacchiate il pulsante-tatuaggio magico e mi esibirò per voi bella gente. Sorriderò e vi racconterò favole erotiche che potranno allietare meglio le vostre giornate e se non vi basta sarò la vostra personal shopping; avete bisogno di un paio di scarpe nuove, vibratori, qualcuno che vi compri la laurea, cocaina, anfetamina, psicofarmaci, che prenda l’appuntamento dal psicoterapeuta per poterle dire poi “che dramma Dottoressa, ho sempre i capelli crespi” schiacciate il pulsante magico e farò tutto questo per voi.Mi distraggo. Anna mi strattona tirandomi a se, poi mi passa un calice da innalzare per la festeggiata (…)

estratto pagina 17


Presto altre foto. Presto altri brani dal libro.

Kiss kiss (bang bang)

Annunci

2 Risposte to “Una lingua sul cuore”

  1. LaLa 23 luglio 2008 a 7:02 pm #

    sei il mio mitoooooooo!!!adoro le tue foto e le tue bambole!
    ..hai poi finito il libro??:P

  2. carlotta 23 luglio 2008 a 11:54 pm #

    Daze grazie di tutto. Hai ragione, è una collaborazione speciale. Moltissimo.

    un bacio e dolcissima notte.

    carlotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: