Archivio | giugno, 2009

Blog novel

29 Giu

Una nuova tendenza o una necessità? I romanzi a puntate: veri progetti a lungo termine sono una nuova realtà.

Sempre più scrittori si affidano alle amorevoli cure del web per parlarci dei propri lavori. Ma non solo. In molti stanno raccontandoci le proprie storie attraverso blog e comunità. E’ un modo per avere un riscontro diretto, un dialogo.  Ma un modo anche per imporsi.

Così eccomi a parlarvi di quelle che credo siano le ‘realtà’ più interessanti del momento. Alcuni hanno avuto già un notevole successo e una vita anche ‘fisica’, altri sono pronti a piazzare la zampata.

Enjoy!

Eliselle è una scrittrice, giornalista e modella. Amante del kawaii e di Hello Kitty in particolare, ha trovato un modo per legare insieme le sue passioni e far nascere il blog dedicato al suo romanzo inedito Le avventure di una Kitty Addicted.

Viola sta vivendo il difficile passaggio dai 29 ai 30 anni. E’ una PR che non riesce a trovare il suo spazio, schiacciata da una datrice di lavoro crudele. Ad un tratto sente la necessità di tornare bambina e da quel momento in poi tutto si colorerà di rosa. Per leggere il prologo andate qui.

E se amate la gattina giapponese che non ha la bocca ma parla con il cuore seguite il blog di Eliselle e troverete un sacco di materiale buffo.

Un suicidio al giorno toglie il medico di torno, diceva l’adagio… o forse no.

SuicidaTore ci ha ‘consigliato’ ogni giorno un modo per levarci di torno. Metodi puliti o sanguinolenti. Veloci o prolungati da un’agonia insopportabile. L’importante è non prendersi troppo sul serio, giocare con il macabro e riderci su.

Un blog originale e senza peli sulla lingua e un progetto che si è concluso con quest’ultimo post il 21 giugno.

C’è chi cerca il Punto G.
Io cercavo il tastino Log Out.
Cerca che ti cerca, alla fine lo trovai. Come al solito, era in alto a destra.
Proprio dietro l’orecchio.

Occorrente:
1 orecchio (quello destro)

Ma non disperate se lo avete scoperto solo adesso! Perchè in questi giorni ha preso vita un altro personaggio:  Il Contrappassista.

Salve, son l’implacabilmente duro
che traghetta, senza battere ciglio,
l’anime, sì, de li mortacci loro…

di quelli che sarebbe stato meglio
fossero già diventati concime,
magari… presidenti del consiglio.

Una manciata di facili rime
decide la condanna posteriore.
Leggete, orsù, partendo dalle prime…

Passiamo al fantasy e passiamo ad una ragazza che legge tantissimo e scrive tantissimo. Lei è Weirde sul web, attenta lettrice di Urban Fantasy e Paranormal Romance, porta avanti da qualche tempo vari blog di romanzi a puntate. Wolf Heart, un romanzo collettivo dove 10 ragazzi si alternano per completare una trama  scritta all’inizio dell’avventura. Il progetto solista di Weirde, invece, si intitola La fiamma del destino la trama di questo romanzo fantasy si dipana a puntate, un capitolo per post.

Una antica profezia indica una ragazza come l’unica persona in grado si salvare un misterioso mondo dalla distruzione. Sarà pronta la prescelta ad accettare il suo destino?

Una vita e un percorso che si intrecciano, questa è la storia di Sebastiano e Cosetta raccontata a puntate da Andrea Malabaila e Carlotta Borasio sul blog Our Blog Story. Vita di tutti i giorni, amici e discussioni.

Questa carrellata attraverso i generi e i metodi più svariati di scrittura è sorprendente e affascinante insieme.

Spero di avervi fatto scoprire mondi nuovi e aspetto vostre segnalazioni, mi raccomando!

kiss kiss (bang bang)

Annunci

cose che…

26 Giu

La mia prima pipì da ventisettenne è andata a farsi analizzare.

Un anno fa ero più triste e più sola che mai.

Domani si andrà ad un raduno di auto d’epoca americane.

Le persone mi sorprendono ma non sempre in senso positivo. Finisco per fissarmi su dettagli, forse irrilevanti.

Sono stata in televisione due volte prima dei 18 anni, la prima a Vertigo con Lorenzo Scoles, la seconda al Roxy Bar.

A cinque anni volevo diventare stilista e me la tiravo perchè omonima del famoso stilista Valentino. Poi volevo diventare chef. Poi criminologa. Ora desidero diventare una Diva.

Sono stata fermata per strda e abboradta per strada più volte ma erano tutti dei fuori di testa.

Ho gestito un negozio fantastico per cinque anni. Ho vissuto, amato, urlato, pianto. Mi sono divertita, mi sono tagliata, ho ricevuto belle notizie e notizie orribili.  Ho scoperto tanto di me e tanto di me hanno scoperto le persone che mi sono state accanto. E in solo 40 mq.

Mi sono odiata allo sfinimento, non mi sono mai perdonata per alcune scelte prese, non mi guardo quasi mai allo specchio.

E ora. Ora sono seduta al pc e non ho voglia di scrivere perchè ho voglia di vivere un po’!

kiss kiss (bang bang)

my Etsy picks

22 Giu

Etsy è un mercatino online di oggetti fatti a mano.

Dal giugno 2005 un gruppo sempre più nutrito di persone ha deciso di vivere il proprio commercio seguendo lo stile di Etsy:

Buy, Sell, and Live Handmade.

Una comunità di artisti e artigiani che ogni giorno lavorano per esprimersi ed ovviamente farsi conoscere ed apprezzare in giro per il mondo. Io compro da questo sito da circa un anno e mi sono sempre trovata ‘di fronte’ a persone gentili e premurose verso i proprio clienti. Per questo, da oggi vi proporrò delle mie scelte personali da questo sito. Enjoy!

Hopeless è un negozietto di lingerie. Strizza l’occhio al burlesque e allo stile lolitesco. In questo caso, qui a lato, potete ammirare delle mutandine ispirate ad Alice nel Paese delle Meraviglie nere con balze rosa applicate. Nel sito – che è stato aperto da poco – troverete anche maliziosi grembiulini in pizzo, culotte a vita alta dal gusto retro, giarrettiere dagli enormi fiocchi e poco altro. Perchè sono tutti pezzi limitati e confezionati a mano, dalla modista Gabrielle Adamidis di Melbourne. In parallelo ha aperto un altro shop su Etsy, chiamato Hopelessly Devoted dove vende fiocchi cuciti a mano, pinze per capelli e altri piccoli accessori.

Parrucche e belletti. Burlesque e un po’ di cirque du freak. Righe e pois e colori sgargianti. Tutto questo e molto di più è Crude Things. Una commistione di generi e stili. Vuoi essere una principessa, una bambola, una marionetta? Raso rosa e pizzi antichi. La creatrice di questa linea nasce come hair stylist e si vede. Le sue parrucche sono opere d’arte, cotonate fino all’estremo in acconciature vittoriane dai colori shock.  Lasciatevi trasformare ed incantare da queste creazioni.

Alla prossima!

Kiss kiss (bang bang)

Massacro Show su House of Books

22 Giu

(…) Lidia D, è scesa nelle piazze di Torino indossando la t-shirt Coutere di Massacro. (…) Lidia D vuole ottenere la verità, dopo un viaggio in India (anche questo con tanto di foto) ha deciso che il rispetto da restituire all’anima di Aura diventasse una parte della sua vita per far questo BISOGNA RIESUMARE IL CORPO DI AURA. Nonostante le minaccie di morte Lidia D. non si arresta, come una giovane e moderna Giovanna D’arco scende nelle piazze, posa come una diva, si lascia intervistare da Vanity Fair, intervista lei stessa Mike Petrucci, il primo poliziotto a entrare nella cameretta di Aura Petrescu. A quanro si mormara fra i due è in atto una torbida storia di sesso e lavoro. (…)

continua

Go vinyl! I want more.

19 Giu

Io colleziono. Colleziono molto. Colleziono troppo. E cosa colleziono? Ma designer toys! Specie se di vinile. Liscio. Opaco. Stupendo al tocco e dai colori sgargianti. Giocattoli in edizione limitata ideati da designer di fama mondiale o esordienti con idee brillanti.

Nati negli anni ’90 come espressione di artisti della low brow art e in seguito del pop surrealism stanno avendo il loro massimo splendore e risonanza nel mondo in questi ultimi anni.

Venduti in blind boxes per attirare ancora di più la pazzia dei fanatici, sono alti all’incirca 8 cm nella versione regular e 20 in quella speciale.  I più tipici e conosciuti esempi di designer toys, sono i Qee orsetti stilizzati prodotti ad Hong Kong dalla Toy2R e loro  la controparte americana, i Dunny prodotti dalla Kidrobot.

I Qee dal corpo che ricorda gli omini Lego, hanno avuto varianti di ogni tipo nel trascorrere degli anni. Sono diventati uova e hanno portato addosso marchi come Adidas, MTV, Nokia, Starbucks… Si sono travestiti da Simpsons e insomma hanno fatto impazzire i collezionisti di un po’ tuto il mondo. Presenti sul mercato anche in bianco e nero per essere customizzabili, staccandogli la testa si può anche attaccare un comodissimo portachiavi.

I Dunny, sono nati in America nel 2004 e sono dei conigli. Io amo i conigli e amo i Dunny, il cui nome deriva dallo slangato Devil Bunny. Il loro corpo ciccioso è snodabile e spesso nelle confezioni si possono trovare dei simpatici accessori – bacchette magiche, maschere a gas, bottiglie… Anche loro nella versione da 8″ sono venduti in scatole a sorpresa e suddivisi in serie di circa 10 soggetti con 1 o 2 pezzi rari. Si sono cimentati a dare un volto e una personalità ai simpatici coniglietti artisti come:  Tara McPherson, Frank Kozik, David Horvath, Dalek, Fawn Gehweiler, Tokidoki

Molti artisti con il tempo hanno creato delle proprie serie di vinyl toys, supportate in genere da case di produzione come la Kidrobot. I più recenti esempi sono quelli di Tara Mcpherson e Junko Mizuno.

Questo giusto per introdurvi un pochino a quello che sarà uno spazio dedicato alle novità del mondo dei designer toys e plush. Spero appreziate.

kiss kiss  (bang bang)

“un cazzo di uragano alla wizard of oz”

13 Giu

screenshot090“sta fiola na cumbina propi da tuti i culur” direbbe mia nonna.

“questa è un cazzo di uragano alla wizard of oz” direi io, e lo dico.

perchè è una bimba con le unghie affilate e smaltate per bene, lei, la Daze, la Nina, la Vale.. Lidia D.. quando la incontri è un turbinio, una miccia creativa che accumula idee e poi esplode.
è capace di raccoglierti e ficcarti nel suo mondo, un mondo fatto di cose deliziose, di richiami all’infanzia, di poesia, di abitini color caramella, di bambole fuori dal tempo e di libri, tanti libri.

mi pare di vederla, una bambolina che si sveglia di notte dal suo candore di pezza per divorare milioni di lettere stampate su pagine di carta riciclata.

lei è semplicemente se stessa,non una, mai una, ma molte.

l’innocenza non è mica un crimine, no ? vi da due bacini e vi spara in fronte ! ben fatto, “amo” !

luca mainini

Accesorize me!

12 Giu

Oggi si inaugura una nuova sezione di questo blogghino. Dato che a parlare di fatti miei mi son già sollazzata abbastanza, è il momento di fare qualcosa per la comunità. E cosa può fare la Regina del Kitsch e dello Shopping se non condividere con voi le inutili e futili  follie acquistabili sul net? Il primo sito che vi sottopongo è quello di LADY LUCK RULES OK!

Atomic Rocket - una collana spaziale!

Atomic Rocket - una collana spaziale!

Nasce nel 2003 Lady Luck, sulle bancarelle di Portobello. Tra bijoux di perline e piume, spunta questa linea coloratissima di ciondoli, spille e orecchini. Direttamente dagli anni ’80, collane create con charms originali dell’epoca raffiguranti audiocassette, tappi di bottiglie, zip…  E’ il successo! Ora Lady Luck la possiamo trovare segnalata su giornali e fanzine e in vendita in vari negozietti online. Il punto di forza sono le spille e i ciondoli personalizzabili con il proprio nome e lo stile kawaii, rock ‘n’ roll e b-movie che spacca di brutto!

E se volete fare un regalo ci sono i Lucky Dip! Confezioni con 5 prodotti a sorpresa per 10£!

kiss kiss (bang bang)